Italia-Germania 40 anni dopo


A poche settimane dalla Coppa del Mondo 2010, questo articolo rivisita con tenerezza, ironia e molta nostalgia, la storica semifinale  del 1970 in cui l’Italia batté la Germania 4-3.
Questa partita fu definita “la gara del secolo” e rappresenta anche il simbolo di un epoca che era cominciata con i Beatles e si concludeva, grazie all’eroico portiere Albertosi e al gol finale di Rivera, con il simbolico ingresso dell’Italia in Europa. Con questa vittoria sui “crucchi” l’Italia si lasciava alle spalle l’immagine di un paese dove tutto era “piccoletto” come nella famosa canzone dell’epoca  il Piccolo Corazziere di Renato Rascel.
Su questa partita e sul suo significato sono stati scritti dei libri come quello, citato nell’articolo, di Nando della Chiesa  La partita del secolo,  e canzoni come quella di Mina  ‘Ossessione 70’ che ricorda Boninsegna, Burgnich e Riva e tutti gli altri eroici protagonisti di quel trionfo.
Sino alla fine degli anni Sessanta l’Europa per gli Italiani era un mondo di sogno,  e nonostante l’incredibile boom economico di quegli anni, non riuscivano a liberarsi dal ruolo di “straccioni geniali”. Quella vittoria sulla Germania, paese leader europeo per la sua solida borsa, la sua rigida disciplina e il suo squadrone panzer del football, fu una rinascita vera e un’impresa storica.  La Repubblica.it

Leave a Reply