Sbarca sabato a Genova la Nave dei Diritti

La Nave dei Diritti parte oggi da Barcellona e approderà a Genova alle 18:00 di sabato 26. A bordo ci sono mille italiani che vivono da anni all’estero, e che vogliono con questa iniziativa simbolica, denominata «Lo Sbarco»,  ricordare i 150 anni dell’impresa dei mille garibaldini e nello stesso tempo denunciare la crisi culturale, politica e sociale che sta vivendo il loro paese. All’iniziativa nata e cresciuta sulla rete, hanno aderito due premi Nobel Dario Fo e José Saramago, che prima di morire ha lasciato un video messaggio a favore dell’iniziativa (www.losbarco.org), molti nomi celebri della cultura italiana e migliaia di italiani residenti a Bruxelles, Parigi, Atene e Madrid. Sul Manifesto del movimebto si legge:”In Italia il razzismo cresce, così come l’arroganza, la prepotenza, la repressione, il malaffare, il maschilismo, la diffusa cultura mafiosa, la mancanza di risposte per il mondo del lavoro, sempre più subalterno e precario.  Il nostro è un grido di aiuto e solidarietà, che vogliamo unisca chi sta assistendo da fuori a questo imbarbarimento pericoloso a coloro che già stanno resistendo e non devono essere lasciati soli». Il SecoloXIX.it

Uso della lingua
Garibaldino
(dal personaggio Giuseppe Garibaldi)
 

  • L’italiano ha adottato questa parola per significare anche una persona o un’azione impulsiva, generosa e idealista. 
  • C’è anche un’espressione “alla garibaldina” che significa una cosa fatta con improvvisazione.
  • Durante la Resistenza (1943-45), si definivano garibaldini i partigiani delle brigate “Garibaldi.


    Leave a Reply