Le cantine che hanno fatto l’Italia

Tra le innumerevoli celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia il “Sole 24 Ore” ne ha scelte due dal sapore particolarmente simbolico, una di queste è quella dell’associazione Vinitaly, della quale fanno parte le maggiori cantine (wineries) d’Italia.  L’idea di Ettore Riello, presidente di Veronafiere, è quella di creare una bottiglia “emblematica” dedicata ai 150 anni dell’Unità nazionale. In realtà le bottiglie sono due, una di vino rosso e una di bianco, ottenute dall’unione di quaranta vitigni  provenienti da tutte le 20 regioni del nostro paese Tra i rossi prescelti per il blend: Petit rouge, Barbera, Croatina, Rossese di Dolceacqua, Raboso, Teroldego, Refosco dal peduncolo rosso, Sangiovese, Cesanese di Affile, Sagrantino, Lacrima, Montepulciano, Tintilia, Negroamaro, Aglianico, Aglianico del Vulture, Gaglioppo, Nero d’Avola e Carignano ottenuti in annate comprese tra il 2005 e il 2009 anche affinati in legno. I bianchi: Prié blanc, Cortese, Trebbiano di Lugana, Garganega, Weissburgunder, Friulano, Pignoletto, Vernaccia di San Giminiano, Grechetto, Malvasia, Verdicchio, Trebbiano, Falangina, Giano, Greco, Greco bianco, Grillo e Vermentino della vendemmia 2009 non passati in legno. I due vini saranno presentati in anteprima al prossimo Vinitaly, a Verona dal 7 all’11 aprile 2011, e saranno poi consegnati al presidente della Repubblica e alle massime autorità internazionali. La seconda iniziativa proviene da- Civiltà del bere -che ha scelto di  puntare i riflettori su alcuni protagonisti del vero miracolo vinicolo italiano. Così al prossimo Vinitaly, l’associazione presenterà una sorta di gran finale e 12 pionieri del made in Italy racconteranno le loro storie di successo, mentre 200 degustatori provenienti da 40 Paesi ne degusteranno i vini-bandiera. Un wine-tasting spettacolare allestito per conto di Veronafiere, la mattina di venerdì 8 aprile.
Il Sole24ore

Boote o barrique

Note culturali

Affinati in legno o non passati in legno: significa invecchiati in “botti” di legno o “barrique” o in contenitori di diverso materiale.  A chi fosse interesato ad approfondire l’argomento proponiamo l’articolo:Legno sì o no nel vino.

Quaranta vitigni /venti regioni: Per sapere di più sui vini italiani vi invitiamo a consultare l’elenco dei vitigni e delle loro regioni di provenienza.
Un giallo nel mondo del vino: per rilassarsi e allo stesso tempo conoscere da vicino il mondo del vino italiano, suggeriamo di leggere “Il Sangue di Montalcino” di Giovanni Negri.

Leave a Reply