Preghiera di Celentano agli italiani «Non disertare il referendum»

Il 12 e il 13 giugno gli italiani voteranno per un nuovo referendum. Uno dei quattro quesiti   proposti riguarda l’abrogazione della legge che proibisce in Italia la costruzione di centrali nucleare, l’altro l’abrogazione della legge sulla privatizzazione del servizio idrico (dell’acqua).  Adriano Celentano, noto cantante italiano, soprannominato  il molleggiato per il suo modo di ballare, offre la sua voce per una “preghiera agli italiani.
«Nel bel mezzo di una tragedia come quella che sta vivendo il Giappone, dove fuoco e acqua stanno distruggendo tante vite umane, … ha fatto annunciare dai suoi ‘cicchittiprestigiacomini‘ e dai piccoli insidiosi Sacconi, che il progetto sul nucleare in Italia andrà avanti. L’orientamento popolare contro le centrali nucleari decretato dal referendum fatto 24 anni fa, fu chiarissimo. Ma per Berlusconi non basta: ‘chi se ne frega della sovranità popolare!’».    La sua preghiera, spiega Celentano, non è rivolta ai politici. ‘Loro non sanno quello che fanno‘ ma a tutti quelli che invece i politici  li votano. «Di destra, di sinistra, ‘studenti’, leghisti, fascisti e comunisti, per il vostro bene, non disertate il referendum. Questa volta sarebbe un suicidio. Dobbiamo andare a votare anche se il governo spostasse la data del referendum al giorno di Natale. Non sia mai che prendiate sotto gamba questi referendum: saremmo spacciati».   E questo, aggiunge, naturalmente vale anche per il milione e quattrocentomila firme raccolte dal Forum italiano movimenti per l’acqua, di cui nessuno parla tranne il loro sito che gentilmente vi indico – www.acquabenecomune.org – per i due quesiti referendari contro la privatizzazione di questo prezioso bene comune». L’Unita’

Notizie culturali

cicchittiprestigiacomini e sacconi: i piccoli Cicchitto, Prestigiacomo e “l’insidioso” Sacconi sono tutti membri del governo Berlusconi.
“loro non sanno qiello che fanno”: una ironica citazione del Vangelo. “Perdona Padre, loro non sanno quello che fanno”.

Uso della lingua
chi se ne frega: un modo più volgare di dire “non mi interessa”.
spacciati: rovinati, perduti, finiti.

Leave a Reply