Il veliero di Eataly è salpato per l’Atlantico

Oscar Farinetti, l’ideatore di Eataly, l’arcinota e internazionale «bottega» di alti cibi del made in Italy, grande successo del 2010, ha fatto un nuova scommessa, una traversata a bordo del ketch di 22 metri capitanato da Giovanni Soldini che partirà da Genova con destinazione New York.
Il veliero che non a caso si chiama  «I love Barolo e Grana Padano», raggiungerà New York in quattro tappe, Palma di Maiorca, Gibilterra, Madeira e New York. Il viaggio si inizia e si conclude in due date simboliche: il 25 aprile Festa della Liberazione, per la partenza, il 2 giugno, Festa della Repubblica, per l’arrivo.
Sì, perché la spedizione ha una premessa etico-politica che si riassume in sette “mosse” che Farinetti e i suoi accompagnatori propongono per migliorare le sorti del nostro Paese. (7mosse) . C’è anche un prete a benedire la spedizione. Si chiama Andrea Gallo, è un “prete da marciapiede” vecchio amico di Farinetti. L’anziano sacerdote trascina tutti i presenti in una travolgente esecuzione di «Bella Ciao», perché il futuro, spiega, ha bisogno di memoria.Poi indossa i paramenti sacri, agita l’aspersorio e saltellando come un folletto chiama il capitano: «Oh, Soldini. Mi raccomando, non li mollare questi qui. Perché poi, Dio non lo volesse…Che non dicano: quelli li aveva benedetti don Gallo». La Stampa

Uso della lingua
Arcinota: molto nota. Arci è un prefisso che usato davanti ad un aggettivo significa ‘moltissimo’. Nello stesso modo si usa il suffisso ‘stra’. In questo caso si potrebbe dire anche “stranota”.
Prete da marciapiede: che vive vicino ai poveri, alla gente di strada.
Mosse: azioni, iniziative.
Nota culturale:
Bella ciao: è un canto popolare italiano ottocentesco, d’origine emiliano-romagnola, diventato celebre durante la Resistenza perché fu idealmente associato al Movimento partigiano italiano.
Per il testo vedi Bella ciao.

Leave a Reply