11 settembre, cosa ne sanno i ragazzi italiani

A cento ragazzi dai 7 ai 20 è stato chiesto cosa sanno dell’11 settembre. Quasi tutti sanno cos’è successo, molti sono emotivamente coinvolti, qualcuno è indifferente. I più affascinati dalla teoria del complotto sono gli adolescenti.

Ecco alcune delle risposte degli intervistati.
1. E’ stata una disgrazia che ha segnato il declino degli Stati Uniti. ( luigi16)
2. Auto-attentato per giustificare la guerra in Iraq. (antonio 17)
3. Da allora il Mondo è diventato un posto peggiore per viverci e certamente non è tutta colpa dell’Islam. (giovanni18)
4. l’Occidente ha perso la maschera e ora forse sta per perdere tutto il resto. (paola19)
5. Boooo….. (caterina 10)
6. A scuola ce ne hanno parlato e fatto vedere i filmati di cosa sia accaduto quel giorno….mi hanno impressionato le persone che si buttavano nel vuoto e sapevano lo stesso di morire…e poi ci hanno detto che le persone sull’aereo telefonavano a casa per salutare per l’ultima volta i loro familiari…io non ce l’avrei fatta a parlarte, avrei pianto…. (sonia13) La Stampa.it

Uso della lingua

ha perso la maschera: “perdere la maschera” significa non nascondersi più, rivelare le proprie intenzioni
boooo!: ècun’espressione colloquiale molto comune, signica “che ne so!” (who knows, dunno.)
ce l’avrei fatta: “farcela” signifiica riuscire in qualcosa. In questo caso l’intervista dice che “non ci sarebbe riuscita”.

Leave a Reply